Eleonora

Eleonora Vallone nasce a Roma il 1 febbraio, sotto il segno dell’Acquario, dall’attore Raf Vallone e dall’attrice Elena Varzi. Studi Classici che termina sposandosi giovanissima e ha un figlio di nome Luca. Si iscrive a psicologia Inizia la sua ”ricerca” come pittrice , stilista, poi autrice, attrice di cinema, televisione, teatro e giornalista.

Ha interpretato ruoli per il cinema, per la RAI e presentato programmi televisivi e manifestazioni tra cui il Festival di Sanremo 1981. Autrice di testi musicali e protagonista di Musical ed Eventi. Parla correntemente l’italiano, l’inglese, il francese, e lo spagnolo.

Ha sempre coltivato parallelamente una grande passione per gli sport in tutte le loro espressioni, praticando, nuoto, poi GymNuoto, sci invernali e d’acqua, equitazione, tennis, danza classica, danza moderna e sudamericana, belly dance, pattinaggio (a rotelle e ghiaccio), trapezio, jogging, yoga, ciclismo, calcio, canottaggio, rally automobilistico e velocità, savatè (pugilato con i piedi) e golf. Consegue la patente nautica oltre 20 miglia; diviene anche istruttrice subacquea e assistente bagnanti .

2017 “Chi salverà le Rose?” Regia di Cesare Furesi con Carlo delle Piane, Lando Buzzanca, Caterina Murino
2007 “Il Papa’ di Giovanna” regia di Pupi Avati
2006 “La cena per farli conoscere” regia di Pupi Avati
2000 “ Italian Gigolo’” regia di Nini’ Grassia
1984 “Fuga” (primo premio festival di Cartagena) regia di Nello Rossati
1983 “Un filo bianco e un filo nero” con Philippe Leroy regia di Carlo Di Palma
1982 “Si ringrazia la regione Puglia per averci fornito i milanesi” con Teo Teocoli e M.Boldi regia di M. Laurenti
1982 “Favole africane” con James Stewart regia di Y. Matsue
1981 “Il motorino” con Nino D’Angelo regia di N. Grassia
1979 “Le rose di Danzica” con Franco Nero, Helmut Berger regia di Alberto Bevilacqua
1979 “Gardenia” con Franco Califano, Martin Balsam regia di D.Paolella
1996 “Valentina” (Produzione Canale 5)
1995 “Professione detective” (Telefilm)
1981 Festival di Sanremo (Presentatrice)
1981 “Mamma li Turchi” interpreta “La principessa Gonzaga” regia di Brando Giordano (Produzione RAI)
Effetto donna musica di Gianni Mazza - REGIA: L.Pergola
One woman show - REGIA: L.Pergola
Scuola paterna di Raf Vallone di recitazione e dizione
1978 Actor’s Studio a New York

Ma nel periodo migliore della sua carriera  artistica come attrice e presentatrice, subisce un gravissimo incidente automobilistico (1984) che le cambierà la vita.  In seguito, per esigenza motoria crea nuovi movimenti in acqua, ideati dalla sua precedente pratica nei vari sports: diviene così ideatrice e pioniera della ginnastica in acqua, ( lottando contro i pregiudizi e indifferenza di molti) e poi insegnandola quale  Master Trainer.

Nasce quindi dalla sua fantasia ed esperienza la famosa AcquaGym e portato al successo questa attività in anteprima, insegnandola in Italia e all’Estero Brevettandola col nome GymNuoto  e GymSwim. Comprende oltre tremila esercizi, differenziati per categoria di persone ed acquaticità.

Fonda la prima Scuola in Italia per Istruttori di Ginnastica in acqua coadiuvata da illustri medici ed esperti del settore. Insegna con successo il suo Metodo alla IUSM e  all’Università di Urbino e a Barcellona con la FIN Spagnola, ottenendo molto successo. Oggi è il primo sport praticato dalle donne.

Tuttora, in qualità di ideatrice e Presidente della A.S.D.Acqua TEAM, tiene i Corsi per divenire Istruttori di Aquagym-GymNuoto con il rilascio di un Brevetto Internazionale C.M.A.S. (Confédération Mondiale des Activités Subaquatiques, riconosciuta dal C.I.O. e dall’U.N.E.S.C.O.,fondata da J.Cousteau), valido in 108 Federazioni del mondo; collabora con l’Ente di Promozione del C.O.N.I. – CSAIN Lazio. (www.acquagym.it)


Parallelamente, Eleonora Vallone ha ideato, come stilista, anche una speciale linea di Moda“salutistica: “NEOFASHION di EV. Disegnata da lei stessa per modellare il corpo e armonizzarlo, è tutta in neoprene: il tessuto assomiglia alla pelle dei delfini e si utilizza normalmente per la subaquea. E’ termo-stabilizzante e comoda. La propone nel 2000 ma nessuno le crede perché è troppo innovativa.

Oggi finalmente si comincia ad utilizzare. Per donna e uomo, bambino e cane con la linea Pluto e accessori vari. La linea può essere elegante o sportiva, si può utilizzare tutto l’anno: ci sono anche speciali costumi da bagno, che favoriscono il galleggiamento e soprattutto ne modellano il corpo (www.neofashion.it).

Diviene quindi artefice di una nuova filosofia di salute e bellezza provenienti dal movimento che libera l’uomo, eliminando gli artifizi, propriocettivo, anticonvenzionale e armonioso che solo questo elemento puo’ permettere galleggiando, mentre la mente rinasce e ritrova le sue origini.

Ha pubblicato a riguardo 5 libri : 1) Manuale GymNuoto  - 2) “Acquagym-GymNuoto GymSub” vincitore del Premio speciale Bancarella Sport  - 3) “GymVasca” con Sperling & Kupfer- 4)  “GymSwim” tradotto anche in spagnolo e pubblicato da M.Rocha - 5) MammaGym  100 esercizi di Acquagym, GymNuoto rivolto alle coppie, alle donne in gravidanza e per la remise en forme. Eleonora organizza periodicamente dei Viaggi di Salute e BENESSERE, con gruppi di persone che la seguono in luoghi pieni di storia e di Natura incontaminata, proponendo lezioni di Storia con esercizi di ginnastica e benessere in acqua termale o talassoterapia, in Italia e all’Estero. Collabora con il Comune di Roma con il programma da lei ideato “ Wellness e Storia”.

Infine il suo sogno da realizzare è il nuovo progetto internazionale da lei ideato: AQUA FILM  FESTIVAL. Eleonora così vuole “ringraziare” e valorizzare l'Acqua come elemento di vita, di energia, di salute, da amare, rispettare e temere, attraverso l'immagine in movimento catturata dall'Uomo, sotto forma di messaggio sociale di libertà e di Salute.

All’interno del progetto e proiezioni, ci saranno incontri con esponenti della cultura, delle scienze, della medicina, del turismo del territorio, del benessere termale, delle aree protette marine e dell’arte che abbiano messo in risalto questo tema a noi caro nel passato e nel presente. Ne  sarà istituito anche un premio al miglior progetto per risparmiare  l’energia dell’acqua nel mondo e trovare le migliori idrovie naturali e sue risorse ambientalistiche. 

Verranno comparati i Paesi ricchi di  acqua e quelli  dove scarseggia,  per stimolare una maggiore consapevolezza e importanza dell’ ”ORO BLU”.  Spera  di sensibilizzare la partecipazione di sponsors  in sintonia con le idee del Festival.  Saranno, chiamati a partecipare i ragazzi delle Scuole e delle Università' , sia con dei film corti che dei "cortini", anche sui nuovi  programmi di sviluppo per le famiglie e conservazione della bellezza e dell’ambiente sul proprio territorio. La prima edizione del Festival si è tenuta alla casa del cine di Roma ad ottobre 2016. www.acquafilmfestival.org